Pages Navigation Menu

LifeAid

Questo progetto nasce dall’esperienza del lavoro fatto
per salvare la vita del piccolo Charlie Gard.


“Steadfast è convinta che strutturare una Rete di lobbying in difesa della vita sia un’azione fondamentale
per arginare l’enorme deriva etica-valoriale, che la società globale sta subendo.”

L’intento del Progetto è quello di formalizzare e consolidare la RETE nazionale ed internazionale nata da questa vicenda al fine di tutelare il valore di ogni Vita umana soprattutto quelle più indifese come i malati, i bambini ed i poveri attraverso azioni:

– di sostegno alle persone ed alle loro famiglie;

– di lobbying verso istituzioni, enti governativi e non;

– di partnership con altre realtà prolife o organizzazioni che perseguono il nostro medesimo scopo;

– culturali/scientifiche;

– di comunicazione a diversi livelli (giornali, siti, social network, ecc.);

Medici, giuristi, esperti di comunicazione, bioeticisti, sociologi, economisti… tante professionalità in rete, con spirito di collaborazione al servizio del supremo bene della Vita umana in particolare nei casi in cui è messa in pericolo dal potere giuridico, socio-politico o scientifico.

Per informazioni scrivere a: sviluppo@steadfastfoundation.org

 

Dichiarazioni di Thomas Evans – 13 aprile 2018

Posted by on 14 Apr 2018 in LifeAid, Steadfast | Commenti disabilitati su Dichiarazioni di Thomas Evans – 13 aprile 2018

Nella giornata del 13 aprile, dopo l’incontro che il giudice Hayden ha chiesto all’avvocato di parte della famiglia Evans, Thomas Evans ha rilasciato delle dichiarazioni pubbliche ai giornalisti presenti. Pubblichiamo le dichiarazioni sia in lingua italiana che inglese. Seguendo sarà anche possibile visionare il video della conferenza stampa rilasciata in questa occasione. Versione italiana Nell’arco di sei ore l’Alder Hey ha ricevuto questo avviso. L’Alder Hey ci ha messi in fase di stallo per sei ore di...

read more

Il cervello di Alfie non è morto!

Posted by on 10 Mar 2018 in LifeAid, Steadfast | Commenti disabilitati su Il cervello di Alfie non è morto!

Il cervello di Alfie non è morto!

di: Emmanuele Di Leo, Presidente Steadfast Onlus Alfie non è considerato deceduto secondo il criterio di accertamento della morte cerebrale e non versa in attiguità di morte, la quale ahimè arriverà, ma risulta lontana dal verificarsi in un periodo di tempo ravvicinato. Alfie ha bisogno di cure palliative e non di essere soffocato. Palliative intese come controllo dei sintomi come quello del dolore, gestito non con la sedazione profonda, ma con cure analgesiche adeguate e proporzionate; alla fornitura di idratazione, nutrizione e...

read more

Il piccolo Isaiah è morto

Posted by on 9 Mar 2018 in Dicono di noi, LifeAid, Steadfast | Commenti disabilitati su Il piccolo Isaiah è morto

Il piccolo Isaiah è morto

Ieri sera sono state staccate le spine che tenevano in vita il bambino di 12 mesi Non ce l’ha fatta Isaiah Haastrup, il piccolo di 12 mesi ricoverato al King’s College Hospital, in Gran Bretagna, rimasto vittima di un grave danno cerebrale subito dopo la nascita. Il bambino sopravviveva grazie alla ventilazione di alcuni macchinari, che ieri i medici hanno staccato. Intorno alla sorte di Isaiah si era giocata una battaglia tra i genitori e il personale sanitario dell’ospedale, il quale riteneva che le condizioni del bambino...

read more

“Favor Vitae” nuovamente ucciso in Inghilterra. Sentenza di morte per Isaiah

Posted by on 30 Gen 2018 in LifeAid, Steadfast | Commenti disabilitati su “Favor Vitae” nuovamente ucciso in Inghilterra. Sentenza di morte per Isaiah

“Favor Vitae” nuovamente ucciso in Inghilterra. Sentenza di morte per Isaiah

Come Charlie Gard in Inghilterra, come Ines in Francia, anche Isaiah Haastrup è da ieri condannato a morte. Il giudice Mr Justice MacDonald ha infatti stabilito che l’ospedale King’s Cross College può staccare i supporti vitali al piccolo di 11 mesi. Emmanuele Di Leo, Presidente di Steadfast Onlus afferma: «In nome del suo massimo interesse si sta imponendo anche ad Isaiah la morte, come a Charlie Gard. Questa azione attuata dal tribunale, contrapponendosi al volere dei genitori è l’evidente risultato della rottura del rapporto...

read more

Londra: Ismael come Charlie e Isaiah, dato per morto, oggi è ancora vivo!

Posted by on 14 Dic 2017 in LifeAid, Steadfast | Commenti disabilitati su Londra: Ismael come Charlie e Isaiah, dato per morto, oggi è ancora vivo!

Londra: Ismael come Charlie e Isaiah, dato per morto, oggi è ancora vivo!

Abbiamo deciso di pubblicare oggi questa testimonianza. Proprio nel giorno che vedrà il Senato della Repubblica Italiana impegnato nel decidere se approvare una legge che apra all’eutanasia nel nostro Paese… Ecco la testimonianza di una mamma coraggio, Daniela, che nella stessa Londra che ha ucciso Charlie Gard, ha lottato per suo figlio, con un esito tutto da leggere. Come Ismael, oggi Isaiah e molti altri bambini sono in condizioni simili.   Il 26 maggio dell’anno 2000 è arrivato nella mia vita un grande dono. Dopo...

read more

Un altro caso Charlie Gard?

Posted by on 30 Nov 2017 in Dicono di noi, LifeAid, Steadfast | Commenti disabilitati su Un altro caso Charlie Gard?

Un altro caso Charlie Gard?

I genitori del piccolo Isaiah lottano per impedire che i medici stacchino le spine. L’appoggio del popolo pro-vita Si chiama Isaiah Haastrup, ha otto mesi, è inglese e la sua vicenda somiglia in modo impressionante a quella di Charlie Gard. Il piccolo è affetto da paralisi celebrare, i medici vorrebbero staccare la spina che lo fa respirare ma i genitori sono fermamente contrari. A rendere pubblico quanto sta avvenendo è stato il Guardian. La vicenda Isaiah è ricoverato al King’s College Hospital di Londra. Il danno alla testa sarebbe...

read more

Dopo Charlie, aiutiamo il piccolo Isaiah!

Posted by on 29 Nov 2017 in LifeAid, Steadfast | Commenti disabilitati su Dopo Charlie, aiutiamo il piccolo Isaiah!

Dopo Charlie, aiutiamo il piccolo Isaiah!

Dopo essere intervenuti per aiutare il piccolo Charlie Gard, ora ci ritroviamo nuovamente a intervenire per aiutare un’altro bambino: il piccolo Isaiah! Isaiah Haastrup è un bambino di soli otto mesi con una grave paralisi celebrale, che attualmente non è in grado di respirare autonomamente. E’ ricoverato al King’s College Hospital, in Gran Bretagna. La sua condizione è dovuta, come risulta da una indagine interna, a problemi medici avvenuti durante il parto che ha messo in pericolo anche la vita di sua madre. Ora i medici ritengono che...

read more

LifeAid: Heartbeat Protection Act, prima udienza

Posted by on 2 Nov 2017 in LifeAid, Steadfast | Commenti disabilitati su LifeAid: Heartbeat Protection Act, prima udienza

LifeAid: Heartbeat Protection Act, prima udienza

   Ieri, 1 Novembre 2017, la Sottocommissione Costituzione e Giustizia Civile degli Stati Uniti, presieduta dal Rep. Steve King (IA), ha tenuto la prima udienza sul bill H.R. 490, comunemente noto come Bill Heartbeat. Vediamo insieme come si è svolta, ricordandoci che al termine delle udienze la Commissione voterà se passare il bill alla House of Representatives (camera bassa del Parlamento americano) per un’altra votazione e da qui continuare l’iter per diventare legge federale, ovvero valida in tutti gli stati membri. Da un recente...

read more

LifeAid: 50 GIORNI PER SALVARE ELISA – #SalviamoElisa

Posted by on 27 Ott 2017 in LifeAid | Commenti disabilitati su LifeAid: 50 GIORNI PER SALVARE ELISA – #SalviamoElisa

LifeAid: 50 GIORNI PER SALVARE ELISA – #SalviamoElisa

Elisa, 3 anni, originaria di Pordenone, è ricoverata al Bambin Gesù di Roma nel reparto di onco-ematologia pediatrica diretto dal Pro. Franco Locatelli, massimo esperto in leucemie infantili, il quale ha appena iniziato il quinto ciclo di una chemioterapia sperimentale, probabilmente per lei l’ultimo possibile. L’unica speranza per Elisa è il trapianto di midollo osseo con cellule staminali. Purtroppo ha una solo 1 possibilità su 100.000 di trovare un donatore compatibile… quella possibilità potresti essere TU! Per sapere se sei compatibile...

read more

LifeAid: Il Pain-Capable UNborn Child Protection Act (Micah’s Law). Trump aspetta solo di firmare

Posted by on 15 Ott 2017 in LifeAid, Notizie, Steadfast | Commenti disabilitati su LifeAid: Il Pain-Capable UNborn Child Protection Act (Micah’s Law). Trump aspetta solo di firmare

LifeAid: Il Pain-Capable UNborn Child Protection Act (Micah’s Law). Trump aspetta solo di firmare

La legge sull’aborto negli Stati Uniti La sentenza della Corte Suprema nel caso Roe v. Wade (22 gennaio 1973) enuncia due principi: l’aborto è possibile per qualsiasi ragione la donna lo voglia fino al punto in cui il feto diventa in grado di sopravvivere al di fuori dell’utero materno, anche con l’ausilio di un supporto artificiale. Questa condizione si verifica in media intorno ai sette mesi (28 settimane), ma può presentarsi prima, anche alla 24^ In caso di pericolo per la salute della donna, l’aborto è legale anche...

read more
Translate »